L’auto, Mao e il solito Silvio

Di questi tempi sappiamo che in politica le donne sono in primo piano, ed ecco allora che i pubblicitari si buttano sull’argomento e riescono ad arrivare là dove nessuno spot era mai giunto prima. La missione è compiuta grazie ai creativi (li chiamano così) che hanno confezionato lo spot della Subaru Trezia (pubblicità...) che gira in questi giorni per le radio d’Italia. E il succo è questo: Mao e Garibaldi, voi non lo sapete, non erano uomini ma donne, perché coraggiosi e condottieri e dunque adatti alla quattro ruote con sedili rialzati pensati per lei. Quindi appunto: Mao? Era una lei. Garibaldi? Era una lei. E poi - si conclude - «ci sarebbe quel tipetto dai capelli posticci che compare sempre in tv e sui giornali, ma questo già lo sapete...». Già, sempre lui. Dice Andrea Placani, capo della comunicazione Subaru Italia: «Eravamo un po’ in dubbio, ma il nostro intento è assolutamente scherzoso. In fondo abbiamo ottenuto il risultato di attirare l’attenzione, no? E poi non facciamo nomi...». Ah, per la cronaca lo spot si chiama «Rivelazioni». Le solite, naturalmente.