L’autobus frena di colpo: anziana cade e muore

La donna, 75 anni, ha perso l’equilibrio e ha battuto la testa. Appello dei vigili urbani per trovare testimoni

È un accorato appello quello che le forze dell’ordine di Cinisello Balsamo rivolgono a tutti i passeggeri dell’autobus 2575 che collega Cusano Milanino a Milano per poter far più chiarezza sull’assurda morte di una settantacinquenne avvenuta la sera di Sant’Ambrogio. Secondo una prima ricostruzione della polizia locale, la donna mentre si trovava a bordo di un pullman diretto in stazione centrale, è caduta, ha sbattuto la testa ed è deceduta dopo alcune ore di coma.
Erano da poco passate le 18 quando un uomo, forse uno dei passeggeri presenti sull’autobus ha lanciato l’allarme. Ai medici ha raccontato che un’anziana, poi identificata come Luigia Divara, in seguito a una brusca frenata del conducente, è caduta e ha sbattuto violentemente la testa. Immediato l’intervento dei soccorritori che hanno raggiunto il pullman fermo tra l’incrocio di via XXV Aprile e via IV Novembre a Cinisello Balsamo. All’arrivo dell’auto medica però Luigia Divara era già priva di conoscenza, stesa a terra poco lontano dalla porta e dalla macchina obliteratrice in mezzo ai sacchetti stracolmi di regali di Natale degli altri pendolari. Troppo tardi è stato lanciato l’allarme alle forze dell’ordine.
All’arrivo degli agenti della polizia locale, infatti, i passeggeri che si trovavano sull’autobus 2575 si erano già allontanati a piedi o erano saliti sul pullman che nel frattempo era sopraggiunto. Gli agenti hanno così potuto effettuare i primi rilievi ed ascoltare l’unico testimone presente: l’autista dell’autobus. Il conducente ha riferito alle forze dell’ordine di aver dovuto frenare troppo bruscamente per evitare l'impatto con un’auto che era uscita dallo stop a velocità sostenuta.
Non si sa ancora con certezza se la donna, al momento della caduta, fosse in piedi in attesa di scendere vicino alla fermata dietro il municipio per poi raggiungere a piedi la propria abitazione. Le uniche tracce di sangue presenti sul mezzo si trovano, infatti, sul pavimento. Particolare che ha portato gli investigatori ad escludere altri urti con i finestrini del bus e con le barre di sostegno per chi viaggia in piedi.
Immediatamente la settantacinquenne, che abitava nel quartiere Borgo Misto, è stata trasportata al pronto soccorso. Dove, nonostante le cure dei medici, la mattina seguente ha cessato di vivere. Ancora attoniti i parenti che non riescono a darsi pace per l’assurda morte dell’anziana donna e continuano a chiedersi come mai nessuno tra i passeggeri si sia fermato per prestarle i primi soccorsi o almeno per attendere le forze dell’ordine e raccontare quello che era successo.