L’automobilista da raggirare era un carabiniere

Ha tentato una truffa ormai classica: dall’auto, ha lanciato un sassolino su una vettura che lo stava sorpassando, per poi sostenere di essere stato urtato. Da qui i danni allo specchietto e la richiesta a «brutto muso» del risarcimento pronta cassa. Ma ha scelto come vittima un carabiniere, che lo ha identificato e denunciato. È accaduto a Buccinasco, nell'hinterland di Milano. Nella Fiat Brava di Antonio A., pregiudicato di 34 anni, sono stati trovati arnesi per scasso e molti sassolini.