L’autopsia chiarirà le responsabilità della badante violenta

Gli inquirenti: un’aggressione per questioni legate ai soldi

Sarà l’autopsia che sarà effettuata probabilmente oggi a stabilire non solo la causa della morte di Erminia Palmucci, la pensionata romana 92enne deceduta domenica scorsa in ospedale dopo cinque giorni di agonia, ma anche se il decesso sia stato provocato da Lidia Ciceronia Hliscat, la 43enne romena che si prendeva cura della donna. Per quest’ultima intanto, il Gip di Roma Claudio Mattioli, accogliendo la richiesta del pm Pierluigi Cipolla, ha convalidato l’arresto per le accuse di rapina e sequestro di persona. Non è escluso però che, all’esito dei risultati dell’esame autoptico, possa aggravarsi la posizione della badante con la più grave contestazione di omicidio.
Per gli inquirenti è possibile che a provocare la morte di Erminia Palmucci sia stata una aggressione scatenata per questioni di soldi.
L’anziana sarebbe stata colpita dalla badante con uno zoccolo, mentre si trovava nella sua abitazione di via Giuseppe Dalla Vedova, nel quartiere romano della Marranella. Erminia Palmucci, ferita, fu portata all’ospedale Figlie di San Camillo, dove è morta dopo cinque giorni di agonia; Lidia Ciceronia Hliscat, arrestata per rapina e sequestro di persona.