L’autore spiega i suoi segreti ai liceali romani

Torna per il terzo anno al Teatro Argentina la manifestazione riservata ai ragazzi delle scuole romane «Un’estate da leggere», organizzata con il sostegno del Comune di Roma e in collaborazione con il Teatro di Roma. L’obiettivo del progetto, curato da Paola Rotunno, è quello di stimolare gli studenti delle medie superiori alla lettura attraverso un ciclo di sei incontri guidati da professori e autori italiani contemporanei di diverse generazioni. Spesso la letteratura e i suoi mostri sacri inibiscono i giovani dall’avvicinarsi ai testi proprio a causa di quell’aura che avvolge i romanzi. Far incontrare i ragazzi con chi oggi scrive romanzi e che quindi ambisce ad inserirsi nella scia della migliore tradizione letteraria permette proprio di sconfiggere quell’inibizione iniziale. I dati confortanti delle prime due edizioni della rassegna mostrano la validità del progetto.
Ad aprire il terzo ciclo di «Un’estate da leggere» sarà questa mattina alle 11 Eraldo Affinati, cui parteciperà anche il giornalista Paolo Conti in veste di moderatore. Ogni incontro vedrà lo scrittore raccontare la propria storia personale e professionale, e consigliare due libri, un classico e un’opera di letteratura straniera. A chiudere l’incontro, un dibattito con i ragazzi. Gli appuntamenti successivi saranno: il 7 maggio con Antonio Pascale, il 14 maggio con Francesco Piccolo, il 19 maggio con Giancarlo De Cataldo, il 20 maggio con Andrea Bajani e, infine, il 30 maggio con Paolo Giordano.