L’avventura del Guerrino narrata dalle marionette

Il colorito popolo delle teste di legno va in scena al teatro Studio con il poema epico di Eugenio Colla

Ferruccio Gattuso

Immobili a vedersi, quando i fili non ricevono i divini impulsi di qualche deus ex machina. Eppure, basta avvicinarsi per sentire, con un pizzico di immaginazione, il vocìo incessante delle parole dette, e di quelle da dire. Sono le marionette della famiglia Colla, una colorita e affascinante folla di taglia piccola ma di avventure grandi.
Alcuni esemplari della prestigiosa collezione di Carlo Colla e figli - casa di artigiani e compagnia teatrale che porta nel mondo i suoi gioielli e le sue storie - fanno mostra di sé al Piccolo Teatro Studio nell'iniziativa intitolata «Mozart, marionette e melodramma»: fino al 13 aprile, infatti, è possibile accostarsi ad alcune scene allestite gratuitamente a beneficio del pubblico.
È il mondo dell'Opera e del melodramma a essere evocato in questi quadri tridimensionali di una bellezza rara: Filomene e Bauci di Haydn, Aristide di Vivaldi, Il mondo alla rovescia di Salieri, Mitridate Re del Ponto e Don Giovanni di Mozart e altre scene, costumi di perfetta fattura, odore di stoffa e di legno, che è poi l'odore della storia, della tradizione e delle mille avventure vissute da questi eroi in miniatura, officianti di un rito che permette all'uomo, che muove i fili e decide i destini, di sentirsi dio.
L'esposizione delle marionette di casa Colla annuncia anche il ritorno al Piccolo di due spettacoli, il primo dei quali è Guerrino detto il Meschino, poema epico-cavalleresco scritto da Eugenio Monti Colla, ispirato al romanzo omonimo di Andrea da Barberino, su musiche di Giuseppe Verdi, Giacomo Meyerbeer e Luigi Mancinelli.
La pièce - in cartellone da domani al 6 novembre (dal mercoledì al venerdì ore 20.30, sabato ore 16 e ore 19.30, domenica ore 16, lunedì 31 e martedì 1° riposo) - è reduce da uno straordinario successo in America dove, dopo le esibizioni a Charleston e al Festival di Colorado Springs, la critica è arrivata a paragonare il "Guerrino" alla saga cavalleresca futurista di Guerre stellari.
La storia racconta di Guerrino, figlio del re Milone che, strappato ai genitori in tenera età, viaggia per il mondo alla ricerca di essi, in compagnia del fido scudiero Gerolamo, attraversando pericoli di ogni genere, dal confronto con due giganti a quello con un feroce leone, dall'incontro con la maga Alcina alla grande battaglia di Durazzo per difendere la cristianità minacciata dai mori. A seguire, dal 20 dicembre, il Piccolo ospiterà La bella addormentata nel bosco.
La famiglia Colla non si ferma mai, come conferma Eugenio Monti Colla nella Scatola Magica dello Strehler: oltre alla mostra qui collocata, dal 27 marzo è prevista un'esposizione di pezzi del '700 nel foyer del Teatro Grassi.
Lo stesso Grassi sarà la cornice del festival «Mozart delle marionette», promosso dal Comune di Milano insieme ai Colla e al Piccolo, in cartellone fino al 13 aprile, in occasione del duecentocinquantesimo della nascita del grande compositore austriaco: attese sul palcoscenico, compagnie di tutta Europa e opere come Il sogno di Scipione, Il flauto magico, Le nozze di Figaro, Il ratto del serraglio e il già citato Don Giovanni.