L’azienda che veste i piloti Ferrari resta a Genova grazie ai giovani

Due giovani genovesi di 35 anni sono le «anime» dell’operazione che ha visto la «Omp», azienda nota nel circo della F1 e specializzata in componentistica per auto da competizione e tute ignifughe per piloti (tra cui quelle indossate da Schumacher, Hakkinen, Senna ed altri campioni) protagonista di una cessione. La Omp è stata acquisita dal gruppo Saye di Genova (famiglia Delprato) per il 51 per cento e qui sono entrati in gioco proprio i due giovani che in questo modo sono riusciti a tenere a Genova la prestigiosa azienda, da Mps Venture Sgs (fondo del Monte dei Paschi di Siena) per il 31 per cento e dalla holding lussemburghese Mfo Racing. Vicepresidente è stato nominato Federico Minoli, già presidente e ad della Ducati. La Omp è stata venduta dai fratelli Percivale, che la fondarono 35 anni fa a Ronco Scrivia (Genova) e che continuano ad avere incarichi operativi in azienda: uno dei fratelli, Roberto Percivale è ora l’amministratore delegato mentre presidente è Alberto Delprato. Nel 2007 ha sviluppato un fatturato di 16,5 milioni di euro (+7,2% sul 2006), di cui oltre il 70% esportato all’estero. Le tute prodotte dalla Omp sono state indossate anche dai piloti della Parigi-Dakar e l’azienda è stata scelta dalla Suzuki come partner ufficiale del campionato del mondo rally 2008. Il gruppo Saye opera prevalentemente in acquisizioni di partecipazioni in piccole e medie aziende.