Per l’azionario e i futures nuovi massimi

Nuovi massimi storici toccati nel corso della settimana sia per il mercato azionario, sia per i futures confermano il trend positivo del mercato. Tuttavia tono riflessivo nella seduta di venerdì dovuto a prese di beneficio con una chiusura a 41860 superiore alla chiusura della scorsa settimana 41770. Un vecchio detto vuole un mercato a rialzo per l'intero anno se la prima settimana è positiva. L'ampiezza del rialzo di quest'ultimo semestre ed in particolare del mese di dicembre avvalora la tesi per questo anno di una maggiore volatilità delle quotazioni, che è tipica del ciclo maturo dell'espansione dei listini che dura da quattro anni. Quindi raccomandiamo la massima prudenza e nervi molto saldi. Continua la dinamica positiva degli avvenimenti. Interessante è la proposta del cancelliere tedesco Angela Merkel, che propone un mercato unico tra Usa e Ue iniziando dai mercati finanziari. Bulgaria e Romania entrano in Europa con un pil in ottima crescita, creando i presupposti per un maggiore intervento nelle dislocazioni di nuove industrie europee anche a partecipazione mista . In Italia diminuzione record del fabbisogno nel settore statale in calo del 41 %. Nuovo record per l'indice Straits Times che oltrepassa i 3000 punti per un pil in forte espansione.