L’Earl Grey cambia gusto i consumatori in rivolta

Per il consumatore britannico è come se la Coca Cola avesse cambiato la formula delle sue «bollicine». Twinings, il leggendario marchio che oltre 300 anni fa ha fatto conoscere al mondo il tè, ha modificato la formula di una delle sue miscele più popolari, l’Earl Grey, provocando un’insurrezione tra i fedelissimi del gusto tradizionale. Da Earl Grey la nuova ricetta è stata ribattezzata The Earl Grey, con l’articolo thè davanti. E a giudicare dai commenti dei fan, l’innovazione non è stata affatto gradita. Un fan ha definito il nuovo sapore come «un prodotto per pulizie al limone», un altro l’ha paragonato a un «sapone per lavastoviglie» servito in tazza.
Decine di consumatori indignati hanno scritto al sito web della Twinings per protestare: «Non posso descrivere come è orribile il nuovo sapore. Il vecchio tè era meraviglioso e questo sa di liquido per i piatti», ha scritto un britannico su tutte le furie. Un altro ha definito il nuovo Earl Grey «un terribile disappunto» e ha chiesto alla società di «ridarci il vecchio gusto». Molti, chiedendosi in quali supermercati si può ancora trovare il vecchio Earl Grey Twinings, hanno aderito a una campagna su Facebook. Twinings, da 170 anni fornitore della Casa Reale, ha un ruolo di primo piano nella storia del tè: da quando nel 1706 Thomas Twinings aprì una «tea room» sulla Strand il glorioso marchio è stato intrinsecamente legato alla tradizione britannica dell’ora del tè.