L’economia come passione «Grazie al mio professore»

Ricordi un po’ meno dolci per Mariam Kaldas, egiziana, che osserva: «All’inizio è stata dura, non parlavo bene, e c’è stato chi mi ha preso in giro. Io mi sono ribellata e con una ragazza siamo arrivate addirittura alle mani, poi lei è stata sospesa». Un episodio spiacevole ma isolato: «Molte persone mi hanno aiutato - precisa -. Ricordo la mia insegnante delle medie, mi faceva vedere disegni di oggetti o animali con il nome arabo e poi mi insegnava come si chiamavano in italiano». A settembre si iscriverà alla facoltà di Economia. «È una passione che è nata grazie alla professoressa Manfredi e ad uno stage che ho fatto tramite la scuola» sottolinea. Da «grande» farà la commercialista.