L’economia tira e la Borsa non si ferma

Continua l’andamento positivo del future sul Sp/Mib con un nuovo massimo a 43060, toccato nella seduta di giovedì. Il superamento eventuale nella prossima settimana di tale quota porterebbe senz’altro il future verso nuovi obbiettivi, 43600-650. Il nostro suggerimento di cavalcare la volatilità e di approfittare di repentini affondi di prezzi, senza alcuna paura, se applicato, avrebbe dato ottimi risultati nella giornata di giovedì che ha visto un’escursione tra minimo e massimo di ben 500 punti e anche una veloce ripresa di quota. Il mercato è supportato dall’afflusso dei dati macroeconomici in continuo miglioramento, sia per l’area Ue che per gli Usa. In Italia i dati Istat e quelli mensili dell’Isae e Studi Confindustria sulla produzione industriale mostrano che la lunga fase di ristagno 2000/2005 è terminata. La Bce e la Banca d’Inghilterra lasciano invariati i tassi e anche se Trichet ha promesso una forte vigilanza, con una aspettativa di intervento, nel prossimo trimestre, di 0,25%, tuttavia è in atto una fase di decelerazione del pericolo inflativo.