L’effetto derby continua: la Lazio vola al secondo posto

L’effetto derby continua: la Lazio vola al secondo posto con il successo ottenuto a Bologna. E stavolta non servono nemmeno i gol di Klose. La squadra di Reja è ordinata e cinica, ma segna nel primo tempo solo grazie al doppio errore di Cherubin (che perde palla e poi placca Klose provocando una punizione) e di Acquafresca, che devia nella propria porta la battuta di Hernanes. Gli emiliani reagiscono bene: Ramirez esercita i riflessi di Marchetti e Lulic salva sulla linea su un tiro ravvicinato dello stesso Acquafresca. Proprio il bosniaco, schierato titolare da mezzala, chiude la pratica a inizio ripresa: assist di Cisse sfruttato al meglio dall’ex di Young Boys, con un leggero tocco di Portanova che mette fuori causa Agliardi. Il Bologna paga il digiuno realizzativo del bomber Di Vaio, a secco da 204 giorni.
Debutto con gol nella Roma per l’argentino Lamela: il fantasista classe ’92 decide dopo 8’ con un bel tiro la sfida con il Palermo. Una doppietta di Moralez permette all’Atalanta di espugnare Parma (inutile il gol di Valdes). Senza il -6 di partenza, la squadra di Colantuono - ieri 49 anni - sarebbe seconda. Una rete per tempo (Gonzalez e Calaiò) del Siena al Cesena: scricchiola la panchina di Giampaolo.