L’Egitto resta re dell’Africa Toni, rigore no

Domenica di grande calcio estero dall’Inghilterra al Ghana, passando per la Spagna e la Germania. Oltre al derby di Manchester, in Premier League si giocava un’altra grande classica: Chelsea-Liverpool. A Stamford Bridge i prossimi avversari dell’Inter non vanno oltre lo 0-0 e perdono terreno nella corsa Champions. Toni protagonista in negativo nella sfida di vertice tra Bayern Monaco e Werder Brema: il bomber italiano si procura e si fa parare un rigore ma i bavaresi riescono a pareggiare il gol di Diego con Zé Roberto. In Spagna il Real Madrid prende il largo e allunga sul Barcellona dopo la goleada rifilata al Valladolid. Chiude la giornata di calcio la finale di Coppa d’Africa. Ad Accra, a trionfare è di nuovo l’Egitto, che bissa così il successo del 2006. Due anni fa era stata vittoria ai rigori sulla Costa d’Avorio, mentre quest’anno è il Camerun che si deve inchinare ai Faraoni. È Abou Treika a decidere la gara, che vale anche la sesta coppa continentale per i ragazzi del ct Shehata. Per i Leoni del Camerun, reduci dalla delusione della mancata qualificazione al mondiale tedesco, un brutto colpo.