L’eleganza di avere un carro armato al polso

CARTIER. Ritorna in un'ulteriore versione riveduta e corretta un grande classico: il modello Tank, presentato da Louis Cartier nel 1919 per celebrare, ispirandosi alla forma dei primi carri armati mai apparsi sui campi di battaglia, la vittoria degli alleati della Prima Guerra Mondiale. L'ultima riedizione si chiama XL Ultrapiatto ed è realizzata in oro rosa. La cassa (35 per 40 mm) è effettivamente molto sottile (lo spessore complessivo è di 5,1 mm) al pari del movimento di manifattura e a carica manuale. Elegantissimo e intramontabile, il Tank mantiene anche nel nuovo modello molte delle caratteristiche originarie, come le viti che fissano sui lati la cassa al fondello, le lancette azzurrate a bastone e i numeri romani sul quadrante granè argentato: 9.000 euro.
PAUL PICOT. È invece di impronta sportiva, pur nel rispetto dei canoni classici della sua tipologia, il nuovo Technicum 1872: un cronografo che alla sportività abbina una sobria, eleganza. Discende da una collezione che la Maison lanciò nel 1993 e viene realizzato in acciaio lucido, oppure in oro rosa. La cassa misura 41 mm di diametro e ha la corona a vite, cosa che assicura un'impermeabilità fino a 50 metri. Il quadrante è disponibile bianco smalto oppure color nero antracite e nel primo caso c'è da sottolineare la presenza di una scala tachimetrica sovradimensionata e con numeri blu di lettura molto agevole. Di gran classe il movimento, che è un calibro Lemania a carica manuale. Cinturino con fibbia ad ardiglione o a portafoglio e prezzi a partire da 4.397 euro.