L’Eliseo scrive a Napolitano per la Petrella

Parigi. Una lettera, scritta ieri mattina e indirizzata al presidente Napolitano e al premier Berlusconi. È così che Nicolas Sarkozy ha deciso di chiedere la grazia per Marina Petrella, la brigatista condannata all’ergastolo che sta per essere estradata in Italia. «Quello opposto finora dalla magistratura francese - ha detto Sarkozy - era un rifiuto illegittimo. Per questo ho deciso di dare il via alle pratiche per l’estradizione in Italia della Petrella». Ma assieme alle pratiche, è partita anche la lettera che chiede «pietà e perdono».