«L’emendamento Tremonti»? «Trevalli»

«Tremonti», l’emendamento passa. «Trevalli», l’emendamento va fatto cadere. «Tremonti» e «Trevalli», queste le segrete parole d’ordine che i deputati delle commissioni Bilancio e Finanze della Camera hanno ideato per segnalarsi tacitamente come comportarsi con gli emendamenti alla Finanziaria. Dicono infatti gli stessi deputati che durante la sgobbata non da poco (da venerdì a ieri mattina weekend incluso) fatta nelle commissioni per approvare il via libera alla discussione della legge alla Camera, abbiano particolarmente sofferto i diktat provenienti dal ministro Tremonti, che avrebbe irradiato i suoi ordini ai parlamentari attraverso solerti funzionari del ministero. E quando la pressione arrivava a livelli eccessivi, un bel «Trevalli» all’emendamento di turno non glielo toglieva nessuno.