L’«emergenza democratica» era solo una banda di balordi

Un atto di ordinario teppismo, un gruppo di balordi che era andato in discoteca per attaccar briga, che era stato allontanato dai buttafuori e poi, con la logica del branco, era andato in giro a caccia di una «preda» e aveva aggredito un ragazzo africano, insultandolo con frasi razziste. Una vicenda che, una settimana fa, qualcuno ha voluto leggere come l’attacco intollerante di una pattuglia politicizzata, e che invece, come ha precisato la polizia ieri, è stata dettata solo da una violenza becera e idiota. (...)