L’emigrazione in scena al Pim

Continua al Pim Spazio Scenico la rassegna «Linguaggi del Sud»: da domani va in scena Via, scritto, diretto e interpretato da Fabrizio Saccomanno.
È una storia di migrazione, di miniere, di morte. Parte infatti dall'alto, dalla superficie, da quel che sta sopra i tunnel bui delle gallerie in cui vivono i minatori questa narrazione. Parte dai nomi delle strade di uno dei tanti paesi del Salento e arriva dritta a Marcinelle, in Belgio, teatro nel 1956 della tragedia dove morirono 262 minatori, 136 dei quali italiani.