L’Eni invoca il Colle per la benzina «rossa»

È guerra tra Eni e la «rossa» Cesena sul distributore delle coop in Romagna. Eni-Agip ha presentato un ricorso addirittura al capo dello Stato (erano scaduti i termini per un ricorso ordinario al Tar) per bloccare l’avvio del distributore low cost al centro Conad Montefiore, il 12esimo della rete di self service targato cooperative. Contro lo stesso impianto, fra l’altro, pende un ricorso al Tar presentato dai benzinai cesenati. Di fronte al cane a sei zampe, che parla di «concorrenza sleale e concessione illegittima», viene opposto il fuoco di fila degli enti locali, rigorosamente di centrosinistra. Se Conad la butta sull’ironia dicendo che «l’elefante della benzina teme il topolino», il sindaco di Cesena, Paolo Lucchi, attacca a testa bassa: «Siamo sorpresi. Evidentemente Eni è spaventata da un principio di concorrenza dal quale in Italia nessuno può più sottrarsi e che a noi pare invece sacrosanto».