L’Enit rileva il portale dello scandalo

Roma. Il consiglio di amministrazione dell’Enit (L’Ente nazionale italiano per il turismo) si farà carico del portale Italia.it. Lo ha reso noto il coordinatore degli assessori regionali al Turismo, Enrico Paolini, che però ha precisato: «È una precisa volontà delle Regioni farsi carico del portale, ma prima di farsi carico della gestione diretta bisogna accertare le attuali condizioni tecniche e “lo stato dell’arte”». Il portale Italia.it, nei mesi scorsi, era stato al centro delle polemiche per i costi record (45 milioni di euro), le molte informazioni sbagliate e il video del vicepremier Francesco Rutelli in inglese maccheronico, diventato un vero tormentone della Rete.