L’entusiasmo contagia Gasperini e C.

Ritorna Coppola, spiraglio per lo sconto alle squalifiche di Bega e Leon, punto interrogativo su Greco. La conta di inizio settimana non regala certezze assolute a Gian Piero Gasperini che a Pegli ha ritrovato il gruppo dopo la vittoria di sabato con il Modena. E se 'Lupo' è rimasto in piscina per recuperare dal problema alla caviglia, Milanetto si è allenato a parte, ma le sue condizioni non sembrano preoccupare particolarmente. Una cosa certa è invece la carica che la vittoria dei grifoncini a Viareggio ha dato anche la prima squadra in vista della trasferta di sabato a Piacenza. In un Garilli deserto per le porte chiuse, i rossoblù dovranno affrontare una delle squadre più in forma del momento. E Gasperini un messaggio l'ha lanciato: «Da qui alla fine dobbiamo far valere il fattore campo, ma serve anche qualche impresa in trasferta». E compierla in Emilia avrebbe un sapore particolare dopo quanto successo nel 2005. Ecco perché diventa importante il ricorso che tra domani e dopo domani dovrebbe essere discusso in Lega e che potrebbe scontare un turno di squalifica a Leon e uno a Bega. Ma il tecnico rossoblù ha voluto anche fare chiarezza su come lui concepisce l'assetto offensivo del Grifo. «Di Vaio lo vedo bene là davanti - ha confermato l'allenatore dando fiducia all'ex monegasco apparso in crescita - Gasparetto invece può fare bene da esterno».