L’erede del bandito Giuliano contro Fini

Il presidente della Camera Gianfranco Fini (nella foto) inaugura a Montelepre (Palermo) un monumento per le vittime del banditismo e ad arrabbiarsi è l’ultimo erede del bandito siciliano per antonomasia, Salvatore Giuliano. Sì, perché Giuseppe Salvatore Sciortino, figlio della sorella dell’indipendentista ritenuto responsabile della strage di Portella della Ginestra, non ha gradito quel monumento dedicato ai carabinieri a due passi dalla casa natale di zio Salvatore, che lui fa visitare ai turisti che alloggiano nel suo hotel dedicato allo zio bandito: «Vengono ricordate le vittime in maniera unilaterale, e questo non mi sta bene».