L’ Eroica e Brooks fan rivivere il ciclismo di un tempo

Si corre oggi a Gaiole in Chianti l’«Eroica», la granfondo più famosa perché legata ai tempi eroici del ciclismo, quelli dei tubolari sulle spalle, i baffoni a manubrio, le bici più innovative (per quei tempi) ma ai nostri occhi più scalcagnate, le strade sterrate e polverose... Una gara che, via via, è diventata un cult per il ciclista legato alle tradizioni, ai tempi che furono, che non ricerca la prestazione monstre ma insegue una pedalata che fa del divertimento la caratteristica essenziale.
Gara cult, dicevamo, tanto che una delle aziende leader al mondo nel settore delle selle, la Selle Royal, ha sposato appieno la filosofia della prova. Legandola ad un altro cult della bici, quella sella Brooks - affidabile, robusta, ricca e piena, un’immagine di forza - che la ditta veneta ha acquisito dagli inglesi. Brooks e Eroica in simbiosi sono la perfetta sintesi di quel modo di vivere il ciclismo, rimpianto sempre, ricordato con emozione, anche se inevitabilmente superato dall’ evolversi dei tempi.
Olympia Mtb Challenge 2005 Si è conclusa con la Civetta Superbike la terza edizione del circuito di Olympia Mtb Challenge, che ha registrato la partecipazione complessiva di 11.158 bikers. I vincitori sono risultati Marzio Deho e Anna Ferrari che saranno premiati alla fine del mese. Esattamente a Padova, in occasione della manifestazione «Tuttinfiera». Ai due forti atleti verranno così asssegnate le maglie gialle di vincitori assoluti. Nell’occasione verranno consegnate le maglie di campione Triveneto Point-to-Point 2005 e di campione veneto fondo mtb 2005.
La manifestazione ha avuto - lo dicono i numeri - un lusinghiero successo,«anche se - sostiene il coordinatore del circuito, Mauro Gazzerro - c’èancora parecchio da fare per migliorare soprattutto per quel che riguarda i servizi offerti agli atleti. A breve, comunque, ci saraà il calendario definitivo del 2006».
Uno dei motivi del successo del circuito è stata certamente la connotazione geografica che quest’anno per la prima volta era stata allargata alla regione del Trentino Alto Adige, toccando anche le zone di Rovigo, del Montello, del Padovano, del Vicentino, del Bellunese.