L’ESAME DEL MAXI-EMENDAMENTO

L’iter accelerato per l’approvazione del maxi-emendamento alla legge di stabilità fa sì che stamattina il testo sarà già in Aula al Senato, domani invece la prevista approvazione definitiva alla Camera. Dopo di che, ci saranno le annunciate dimissioni del premier Silvio Berlusconi. A Palazzo Madama le misure anti-crisi dovrebbero passare entro sera col voto favorevole di Pdl e Lega; il Pd ha fatto sapere ieri che non parteciperà al voto (secondo le regole del Senato l’astensione equivale al voto contrario). Stessa scelta per il Terzo Polo, mentre l’Idv sarà in Aula, ma voterà contro.