L’esercitazione? Meglio starsene a casa

Claudio Pompei

Domani, come è noto, sarà una giornata estremamente difficile per chi dovrà spostarsi nel centro di Roma a causa della programmata esercitazione antiterrorismo. Le tre «simulazioni» interesseranno una zona molto ampia e avranno pesanti ripercussioni sia sul trasporto pubblico che sul traffico privato. Ecco, di seguito, una serie di informazioni dettagliate per chi, nonostante tutto, sarà costretto a recarsi o semplicemente passare per il centro cittadino.
Alle 9.30 la prima simulazione nella zona davanti alla stazione della linea B della metropolitana «Colosseo», dove un manichino kamikaze verrà fatto esplodere con una piccola detonazione. La fermata metro di Colosseo verrà chiusa e i treni proseguiranno alla stazione successiva senza fermarsi. Alle 9.40 è previsto il secondo evento nella galleria nella stazione «Repubblica» della linea A della metropolitana. Anche qui verrà fatto esplodere un piccolo ordigno. (...)