L’esercito nella metrò da 13 anni

Parigi. In Francia non c’è niente di strano nel vedere una pattuglia di militari percorrere, fucile mitragliatore in mano, i corridoi di un aeroporto o di una stazione della metropolitana. La presenza delle forze armate in una serie di luoghi pubblici è stata decisa nel contesto della lotta al terrorismo e non è mai completamente venuta meno da tredici anni a questa parte. Complessivamente si calcola che dal 1995 a oggi circa centomila membri delle forze armate abbiano preso parte a missioni nelle strade, nelle stazioni ferroviarie, nelle metropolitane o negli aeroporti. Il numero dei soldati concretamente impiegati con mansioni del genere varia a seconda dei periodi e del grado d'allarme sul fronte del rischio terroristico.
Questi militari agiscono in buona intesa con le forze della polizia e quelle della gendarmeria. Il presidente della Repubblica Nicolas Sarkozy ha approvato la prosecuzione dell'impegno dei militari delle tre armi (soprattutto dell'esercito) in luoghi pubblici.