Per l’esordio in serie B Frosinone forse a Terni

La Regione Lazio promuove lo sport e le iniziative sul territorio con uno stanziamento di 555mila euro. È stato, infatti, approvato in giunta, su proposta dell’assessore alla Cultura, spettacolo e sport Giulia Rodano, il Piano delle iniziative promozionali sportive che comprende una serie di interventi a sostegno della pratica delle attività sportive con particolare riguardo verso la diffusione dei valori educativi dello sport.
Sono due le direttrici previste nella delibera: da una parte il sostegno a manifestazioni di rilevanza regionale (come la «Mezza Maratona Città di Rieti», l’«UpterFest», il «Trofeo giovanile delle Regioni» di Baseball e Softball, Il «Trofeo Topolino», il «Trofeo Ciclistico Roberto Mastrosanti» Gara nazionale Juniores a Ferentino) e dall’altra l’organizzazione di mostre, convegni, manifestazioni e altre iniziative dirette a diffondere la cultura dello sport. In questa categoria rientrano «Siamo tutti sulla stessa barca», rivolta alla diffusione della navigazione a vela tra i giovani in situazioni di particolare disagio, il Trofeo Regione Lazio VII concorso Ippico Nazionale di Atina, la Coppa Regione Lazio di atletica leggera di Rieti, il Giro del Lazio in Mountain Bike, la Cronoscalata del Terminillo, la «Corrilaghi 2006», un circuito di 6 manifestazioni podistiche e infine il «Trofeo Regione Lazio Staffetta giovane», inserita nel meeting Internazionale di Atletica Leggera di Rieti.
Inoltre vengono destinati 200mila euro a una «Campagna di sensibilizzazione culturale contro la sedentarietà e il doping» pensata per promuovere tra i cittadini del Lazio l’attività fisica, ma anche per sensibilizzare il pubblico sui temi più urgenti dello sport, dal doping alla sedentarietà. La campagna sarà articolata in incontri, dibattiti, manifestazioni e azioni dirette nelle scuole.
«La Regione Lazio - ha commentato l’assessore Rodano - con questa delibera ha deciso di sostenere quelle attività che ridanno allo sport il suo valore di veicolo di promozione sociale. In particolare abbiamo voluto privilegiare le attività indirizzate alla lotta al doping e alla sedentarietà e confermare quelle attività ricorrenti che si svolgono nella nostra Regione cercando naturalmente di valorizzare e coinvolgere tutte e cinque le nostre province».