L’esperta della «macchina» comunale

Il volto nuovo della giunta guidata da Marta Vincenzi sarà una novità per la politica ma non per i dipendenti di Tursi. Elisabetta Corda, nata a Genova il 9 ottobre 1947, è in Comune a Genova dal 1974, prima come funzionario amministrativo ai servizi sociali, poi alle istituzioni scolastiche e all’igiene, quindi come direttore amministrativo. Dal 1985 al 1990 guida gli uffici relazioni sindacali, disciplina, contenzioso e medicina del lavoro del servizio gestione del personale, dal 1990 al 1994 è direttore di tutto l’assessorato. Dal 1994 al 1999 dirige il servizio Patrimonio e dal 1999 al 2006 ha guidato le Divisioni territoriali istituite nel 1999 in base al decentramento dell’organizzazione della struttura comunale.
In questo ruolo ha definito i progetti di decentramento e la loro realizzazione delle manutenzioni ordinarie, dei servizi sociali, dei servizi civici.
Ha predisposto la prima bozza di riforma statutaria per l' istituzione dei Municipi.
Diplomata al Liceo classico Colombo si è laureata in Giurisprudenza all' Università di Genova nel 1971, con una tesi sul «Diritto di difesa nella giurisprudenza della Corte Costituzionale» con 110/110. In pensione dal primo marzo 2006 è stata richiamata dalla pensione per ricoprire l’incarico di assessore alle manutenzioni e municipi.