L’estate comincia col botto: oggi 36 gradi

Protezione civile in allerta per aiutare anziani e bimbi

I bollettini del Sistema nazionale di sorveglianza, lo strumento di previsione e allarme sugli effetti del calore sulla salute della popolazione, non lasciano margine di dubbio. Oggi a Milano la colonnina di mercurio arriverà a toccare i 35,9 gradi. Una temperatura «africana» che ha messo in allarme gli esperti di clima.
Nel gergo dei meteorologi stiamo entrando nel livello arancione di allarme, secondo solo a quello rosso. Dalla Protezione civile fanno sapere che il fattore più preoccupante di questa ondata di caldo è la persistenza con cui le temperature si stanno mantenendo a livelli così elevati.
Non va meglio nel resto d’Italia. Bari sarà la città più calda con 41 gradi, a Catania la colonnina si assesterà sui 40 e a Palermo sui 38. Ad aumentare la preoccupazione anche i dati diffusi in questi giorni dall’Isac-Cnr. Nei mesi di aprile e maggio la temperatura del Mar Mediterraneo è stata più calda rispetto agli ultimi 22 anni, raggiungendo un picco massimo di tre gradi superiore alla media.
Le categorie più a rischio sono, come sempre, i bambini e gli anziani. I consigli per attenuare il disagio sono semplici ed elementari: non uscire nelle ore più assolate, bere molta acqua, usare cappellini e occhiali da sole, non consumare cibi pesanti e bevande alcoliche.