L’estate dei privilegiati

Sarà anche vero, come dice il ministro dell’Economia Giulio Tremonti, che al momento gli italiani stanno tutti sul Titanic, e che se la nave affonda vanno giù anche i passeggeri di prima classe. Fatto sta che quando il Parlamento ha avuto l’occasione di ridurre i costi della prima classe degli italiani, ovvero i politici, ha preferito passare la mano. E così la mattina del 14 luglio scorso Palazzo Madama approvava una manovra molto dura per i cittadini, una finanziaria che prevede addirittura la reintroduzione degli odiosi ticket sanitari, ma che non tocca minimamente i famigerati costi della politica.