L’estate romana dei Duran Duran

Si parte il 30 giugno con l’esibizione di Francesco De Gregori

Star italiane e big internazionali. E poi il ritorno dei gloriosi Duran Duran e di Pino Daniele. È la ricetta del RomaRock Festival, anche quest’anno ospitato dall’ippodromo delle Capannelle. Dal 30 giugno al 26 luglio si alterneranno sul palco grandi nomi del rock e del cantautorato. Per la band inglese guidata da Simon Le Bon è un nuovo appuntamento con il pubblico romano, che pochi anni fa accorse in massa al grande concerto gratuito di piazza San Giovanni. I Duran Duran, in scena il 16 luglio, hanno recentemente pubblicato l’album Red carpet massacre. La formazione è quella storica, con Le Bon, John Taylor, Nick Rhodes e Roger Taylor; unica defezione, quella del chitarrista Andy Taylor, in contrasto con le scelte artistiche e manageriali della band, rimpiazzato da Down Brown. Pino Daniele è appena tornato alla ribalta con Ricomincio da 30, raccolta arricchita da alcuni inediti e impreziosita dalla presenza di ospiti illustri. La reunion con Tullio De Piscopo, Tony Esposito e James Senese, presentata pochi giorni fa, sarà festeggiata con un clamoroso evento live al San Paolo di Napoli e, successivamente, con un tour che partirà proprio dall’ippodromo delle Capannelle, l’11 luglio. Ma sono tanti i concerti degni di segnalazione, a partire dall’apertura del 30 giugno, affidata a Francesco De Gregori, che a giorni pubblicherà il nuovo album Per brevità chiamato artista. Il 3 luglio sarà la volta dei torinesi Subsonica, sempre esplosivi e divertenti nelle esibizioni dal vivo. Il giorno dopo sul palco un altro cantante romano, protagonista delle ultime due edizioni del festival di Sanremo: Fabrizio Moro. Domenica 6 spazio agli idoli delle ragazzine, quei Tokio Hotel costretti a cancellare la data invernale al Palalottomatica per i problemi di salute del cantante. Ragazzine che non potranno rinunciare neppure all’appuntamento con i Finley, giovane fenomeno del pop italiano (24 luglio). Classe e canzoni raffinate con Fiorella Mannoia, in scena martedì 8, e con il brasiliano Djavan, sul palco il 14. Il 15 sarà la volta di Max Pezzali. Poi ancora il sound ipnotico dei Massive Attack, alfieri del trip-hop (18) e gran finale il 26 con Ben Harper.