«L’estrema sinistra riorganizza strategie eversive»

Arrivano da destra e sinistra le dichiarazioni di condanna in seguito al ritrovamento del volantino Br a piazza Novella. Una «ferma condanna» espressa anche dal presidente della Provincia, Enrico Gasbarra. Per il «federale» di An, Gianni Alemanno, «la strada delle ritorsioni da parte delle opposte fazioni è un percorso di cui si conosce l’inizio, ma non la fine». Sempre in An, il deputato Fabio Rampelli constata come «l’estrema sinistra stia riorganizzando una strategia di violenza» e la vicepresidente della Camera, Giorgia Meloni, chiede «una presa di posizione netta da parte delle istituzioni nazionali e locali presenti in piazza attraverso consiglieri e noti rappresentanti». In Forza Italia il commissario romano Francesco Giro invita a «non minimizzare e a evitare reazioni a catena», mentre il capogruppo regionale, Alfredo Pallone, esprime solidarietà al circolo azzurro di Garbatella « unita all’impegno di difendere la democrazia senza condizionamenti». A sinistra l’assessore regionale al Bilancio, Luigi Nieri (presente al corteo), definisce «delirante» il volantino Br, mentre il consigliere comunale del Pdci, Fabio Nobile, esce fuori dal coro parlando di «strane coincidenze»: «L’unica banda liberamente in circolazione a Roma è lo squadrismo neofascista».