L’eterno femminino in 50 capolavori

La mostra, intitolata «Eterno Femminino» ospitata fino al prossimo 10 dicembre presso la Galleria Eleuteri di via Fontanella Borghese, offre un’ampia ed esaustiva panoramica dell’universo femminile rappresentato in tutte le sue sfaccettature. L’esposizione si snoda attraverso un intrigante percorso dove si possono ammirare oltre 50 opere tra sculture e dipinti tutti dedicati alla figura della «Donna» immortalata e scolpita in tutti i suoi molteplici aspetti: di madre, di amante, di suffragetta, ecc. Nei capolavori esposti traspaiono frammenti di racconti, di storie e momenti del vivere quotidiano. Sono opere attraversate da una sottile vena di passione quasi irriverente, di adorazione e di ammirazione per cui le donne, protagoniste indiscusse appaiono in primo piano per ricordare all’osservatore l’importanza ed il delicato ruolo della femminilità nello scorrere della vita. Pennellate calde, morbide ma anche rapide e decise per sottolineare la nudità di un corpo o per conferire a un volto nascosto una atmosfera lirico-intimistica spesso avvolta da una vena romantica e passionale. Nella mostra sono esposte le opere di importanti artisti che nel XIX secolo hanno voluto immortalare la bellezza femminile. Tra i maestri ricordiamo: G.B. Corot, Gyula Balint, Agost Bayer, Giacomo Favretto, Richard Geiger, Ferenc Barò Hatvany, Salvatore Profeta, Amedeo Momo Simonetti e Raffaele Tafuri.
L’affascinante raccolta, che è costata oltre due anni di paziente e meticoloso lavoro di ricerca, è suggerita, dopo un lungo periodo di silenzio, alla critica della Capitale ed al pubblico come omaggio artistico alla figura femminile. In occasione della mostra è stato edito un catalogo delle Edizioni Millenium a cura di Egidio.M. Eleuteri.