L’Euribor ai minimi dal maggio 2006

Continua la discesa dei tassi di mercato: l’Euribor a tre mesi è sceso al 2,93% dal 2,97% di lunedì, segnando i minimi dal 31 maggio 2006. Lo rende noto la European Banking Federation che misura i tassi giornalmente. L’Euribor a una settimana è sceso di 10 punti base al 2,42%. Una boccata d’ossigeno per tutti coloro che hanno sottoscritto un mutuo a tasso variabile, basati appunto sull’Euribor, che vedranno quindi le loro rate ridursi nei prossimi mesi. Ma soprattutto un segnale positivo per tutta l’economia, dopo gli sforzi dei governi e delle banche centrali per contrastare gli effetti globali della crisi partita dagli Stati Uniti e rapidamente estesa a tutto il pianeta. Infatti, la discesa del tasso sui prestiti interbancari indica un allentarsi della tensione e un ritorno, sia pure graduale, alla fiducia da parte degli istituti di credito, che avevano invece stretto i freni per quanto riguarda i prestiti reciproci nel momento più acuto della crisi. Il 2009 dunque potrebbe iniziare sotto auspici meno negativi del previsto.