«L’euro? Sotto 1,30 dollari a fine 2007»

La Federal Reserve Usa accompagnerà il rallentamento della crescita con due tagli dei tassi (0,25% ciascuno) tra marzo e giugno. La Bce, invece, manterrà il suo atteggiamento moderatamente restrittivo e i tassi europei potrebbero raggiungere il 4% in estate. Le previsioni sono di Marco Annunziata, capo economista di Unicredit Markets e Investment, che ha presentato ieri le previsioni dell’istituto per il 2007. La minore crescita negli Usa dovrebbe (salvo crolli di rilievo) avere impatti marginali in Europa. Quanto al rapporto euro-dollaro dovrebbe attestarsi sotto quota 1,30 entro fine 2007. A mantenere l’equilibrio la forte richiesta di asset finanziari Usa e i rischi per l’economia europea da un eccessivo rafforzamento dell’euro.