«L’Europa dimentica troppo in fretta»

«Ho pregato Dio: abbi pietà della mia anima. Poi ho infilato l’ago»

Roma. Una data dimenticata con troppa disinvoltura. Nel giorno del 4° anniversario dell’11 settembre 2001, i presidenti di Camera e Senato, Pierferdinando Casini e Marcello Pera, accusano l'Europa di aver cancellato con troppa fretta dalla memoria le tragiche immagini di quel giorno. «Troppe amnesie - osserva la terza carica dello Stato - hanno caratterizzato parti cospicue dell'Occidente dopo l'11 settembre. Molti hanno pianto ma hanno anche dimenticato con troppa disinvoltura». E Pera va anche oltre: «Passato il primo momento di emozione, la risposta dell'Occidente ai terroristi islamici non è stata univoca».