L’ex agente Roger: «Per Zidane mazzetta a Moggi»

In un libro ripreso dal quotidiano francese Le Parisien, Marc Roger, ex agente di calciatori noti come Henry, Vieira, Makelele e Zidane, racconta che sarebbe stata pagata una mazzetta di 6,1 milioni di euro a Moggi, ex direttore generale della Juve. Motivo? Il passaggio di Zidane al Real Madrid. La vicenda risale al 2000, le merengues pagarono per il francese 70 milioni di euro. Sempre secondo l’ex agente, il passaggio di denaro avvenne in Svizzera, a Lugano, oltre sei milioni tutti in banconote di piccolo taglio. «Se si vuole Zidane, bisogna versare delle commissioni» ha scritto infatti Roger, attualmente in carcere poiché coinvolto nell’inchiesta sul Servette, club di cui è stato anche presidente.
«Lui parla dalle galere svizzere, invece per me parlerà il mio avvocato». Luciano Moggi risponde così all’ex agente. L’ex direttore generale bianconero ha già telefonato al presidente del club madridista che gli ha esternato la propria solidarietà.
Tutto questo mentre il Consiglio di Stato ha respinto ieri il ricorso dell'ex-dg della Juventus contro la condanna da parte della corte federale della Figc a cinque anni di inibizione dalle cariche federali per illecito sportivo. Il ricorso era già stato respinto dal Tar del Lazio lo scorso 22 agosto, da qui l’appello al Consiglio di Stato in settembre.