L’ex dittatore ora all’ergastolo

Jorge Rafael Videla, al quale Di Pietro ha paragonato Berlusconi, nasce a Redondo, Argentina, il 21 agosto 1925. Nominato capo dell’esercito dalla presidente Isabelita Péron, il 24 marzo 1976 guida il colpo di Stato che la sostituisce con una giunta militare. Il regime durerà fino al 1981, contrassegnato da violazioni dei diritti umani e contrasti col Cile. Con Videla il Paese conosce il dramma dei desaparecidos, circa 30mila argentini scomparsi. Condannato nel 1983 all’ergastolo, nel 1990 ottiene la grazia. Nel 2007, però, la Corte penale federale giudica incostituzionale la grazia. Dal 10 ottobre 2008 è nel carcere militare di Campo de Mayo