L’ex guardasigilli Mastella sarà giudicato da Grillini in tv

C’era una volta un guardasigilli. Clemente Mastella l’ha fatta come il gambero la sua strada. Dalla Casa delle libertà all’Ulivo: una serie di sconfitte culminate nell’ultimo governo Prodi. Poi l’inchiesta «Why not» e, vivaddio, il proscioglimento. Ora, ultimo atto di una parabola al contrario, l’approdo in tivù: l’ex ministro di Ceppaloni sarà uno dei concorrenti in gara ad «Artù» il nuovo gioco di Raidue sul talk show, condotto da Gene Gnocchi ed Elisabetta Canalis. Il leader dell’Udeur sfiderà la nuotatrice Federica Pellegrini, il giornalista Tiberio Timperi, la showgirl Jessica Polsky e il «solista del mitra» Luciano Lutring.
I concorrenti si affronteranno gareggiando su temi di attualità come la crisi Alitalia, i provvedimenti del ministro Renato Brunetta e il latte cinese che ha provocato vari avvelenamenti. Argomenti insomma in cui un ex ministro, come dire, gioca in casa. Chissà se vincerà. È in mano a un giudice insolito l’ex super capo dei giudici. Clemente Mastella è insomma a tiro di Franco Grillini, presidente onorario dell’Arcigay e personaggio, a dir poco, eccentrico. Che amarezza ministro, dalle maglie della giustizia ai giudizi di Grillini...