L’ex ministro russo Adamov sarà estradato a Mosca

Berna. La Svizzera ci ha ripensato. Yevgheni Adamov, l’ex ministro russo dell’energia atomica arrestato in maggio a Berna su richiesta Usa, sarà estradato in Russia. Adamov è accusato di aver stornato tra il 1993 e il 2003 più di nove milioni di dollari versati da Washington a Mosca per migliorare la sicurezza nucleare in Russia. In precedenza l’Ufficio federale della giustizia elvetico aveva stabilito di estradarlo verso gli Stati Uniti, ora la Corte di Cassazione ha deciso di accogliere la richiesta dell’ex ministro. La magistratura russa ha aperto contro Adamov un procedimento per truffa, ma molti pensano che si sia così voluto evitare che Adamov, depositario di molti segreti sugli aiuti russi alla ricerca atomica in Iran, Irak e Corea del Nord, fosse consegnato agli americani.