L’ex Miss nel club delle rifatte «Mi regalo un seno nuovo»

Cristina Chiabotto da «Ballando con le stelle» alle sfilate romane di alta moda

Anna Maria Greco

da Roma

«È una questione di proporzioni, di matematica direi. Sono alta 1,84, ho i fianchi accentuati e sopra, di seno, mi ci vorrebbe una bella terza misura. Credo proprio che me lo farò, quest’intervento di chirurgia estetica. L’ho in mente già da un po’». Cristina Chiabotto, Miss Italia 2004, vincitrice di «Ballando con le stelle», new entry delle «Iene» e oggi donna-manga sulla passerella di Fausto Sarli ad AltaRoma, confessa la sua intenzione di rifarsi il seno senza falsi pudori. Anche se, precisa, i suoi genitori sono «titubanti».
Quando? «Ve ne accorgerete subito - ride lei -, perchè sarà molto evidente. Ma non voglio esagerare, niente del tipo Pamela Anderson per intenderci. Una cosa giusta, come ha fatto Giorgia Palmas». Sicura di sè, frizzante, riservata senza eccessi, la bionda Chiabotto, classe 1086, parla di sè nell’atelier di Sarli. È in jeans strappati ad arte, coprispalla molto trendy nero come le ballerine con fibbia di strass e blusa bianca dal collo ad anello che lascia intravedere un seno acerbo. Ma non è il suo complesso, ci ha giocato su anche nella prima puntata delle «Iene» si è affibbiato il termine «concavissima», accompagnato da gesto ad hoc, quando Paolo e Luca la paragonavano scherzosamente alla più procace Alessia Marcuzzi, che l’ha preceduta nel ruolo di conduttrice.
La Chiabotto ha appena provato il meraviglioso abito da sposa dalla gonna di fiori di loro, che indosserà oggi all’Auditorium, come una romantica guerriera dei fumetti giapponesi, insieme ad un completo pantalone dal collo a lancia a ad una sofisticata minigonna.
Ma dei suoi amori, della sua fede religiosa e delle sue preferenze politiche non vuol parlare. «Quest’anno voterò per la prima volta, ho 19 anni e devo ancora fare la maturità. Mi sono informata, ho seguito i dibattiti politici, anche perchè è impossibile farne a meno. E poi sono convinta che noi giovani dobbiamo farci sentire. Una mia idea ce l’ho già, ma non dirò mai a chi dò il voto. Non mi piace espormi sul tema della politica, anche se tanti che lavorano in televisione lo fanno senza problemi. Ma per me, queste sono cose personali. Al massimo posso dire che tifo per la Juventus, visto che sono nata a Torino».
Di sè dice spesso che è «selettiva», che gioca a «porsi dei freni», in amore come sul lavoro. «Ho rifiutato delle offerte, fiction, teatro, perchè voglio accettare solo cose giuste per me. La moda sì, mi piace molto, ho cominciato a sfilare a Miss Italia e non ho mai fatto la modella professionista, anche se sono già stata sulle passerelle di Milano. Poi, con Sarli è meraviglioso, sono onorata di essere la sua testimonial, con questi abiti così belli. E poi la moda l’ho sempre seguita, mi piace cambiare, cercare un mio stile personale».
Di calendari e immagini di nudo, però, la Chiabotto non vuole sentir parlare. Neppure il calendario Pirelli, che viene ritenuto il top del settore. «Se me l’offrissero non lo accetterei. Almeno oggi. Ci vuole una spinta e ora non ho bisogno nè di soldi nè di notorietà, Con le Iene ho già fatto un bel salto. E ho altre priorità. Ma non giudico nessuno e dico “ mai dire mai“».
Parla di sè anche in terza persona, la Chiabotto. Dice che finora «Cristina si è fatta conoscere per la sua bellezza, per la sua solarità e spontaneità, ma ora vuole dimostrare che c’è anche un’altra Cristina, determinata, che si vuole mettere in gioco». È orgogliosa del fatto che la proposta di condurre le Iene quelli di Mediaset l’hanno fatta direttamente a lei, non attraverso un agente, perchè non ne ha. «Con Bibi Ballandi ho rotto, ma me la so cavare. E che mi abbiano fatto questa proposta vuol dire che la vera Cristina sta arrivando alla gente».
Modelli precisi non se li pone, nè come conduttrici nè come donne. Non s’ispira a Simona Ventura, ad Anna Falchi, ad Alba Parietti o ad altre vip della tv. «Ho lavorato con Milly Carlucci - spiega - e l’ho apprezzata molto, il fatto di essere succeduta a Simona Ventura e alla Marcuzzi non mi ha creato problemi. Semmai, è un onore. A Le Iene mi diverto molto, anche perchè posso improvvisare qualche battuta, come appunto quella sul mio seno. Poi si approfondiscono temi diversi e il gioco del trio, quel punzecchiarsi a vicenda, mi piace».
Selettiva anche in amore, la Chiabotto, sembra di capire. «Sono felicemente single - dice - , fidanzati non ce ne sono. Di amori ne ho avuti, certo, e anche qualche piccola botta, qualche sofferenza. Ma non ho ancora incontrato quello grande , di amore. Si vedrà». Come dev’essere, però, la bella Cristina già lo sa. Bello, perchè comunque «è un buon biglietto da visita», ma non solo. «Anche profondo, sincero, leale - spiega l’ex-Miss-, che sia mio amico e confidente. Perchè sogno una coppia vera, non amo la routine, cerco un rapporto dinamico».
Forse lo incontrerà a Milano, dove va ogni settimana a registrare Le Iene, oppure a Roma dopo si è trasferita da fine agosto. «Vivo sola e non vi dico dove. Ma questa città mi piace molto».