L’ex moglie di Emerson: «La Juve paga in nero»

Sonia Emerson, ex moglie del campione della Juve, si trova improvvisamente catapultata nelle vicende di calcio e scandali di questi giorni. Circa un anno fa aveva rivelato in confidenza ad un amico finanziere dei particolari sul contratto del marito, ed ora sembra scatenare un’altra tempesta nell’uragano che si abbatte sulle teste di Moggi, Giraudo e compagnia. Da quanto ha rivelato pare che Emerson avesse con la Juventus due contratti, uno regolare al quale la Signora Emerson faceva affidamento per percepire gli alimenti, ed un altro apparentemente in nero. Il brasiliano dunque non avrebbe guadagnato «solo» 120mila euro al mese come da contratto ma molti di più e di quella parte Sonia Emerson non ha mai beneficiato. In più la signora, madre di una bambina, rivela «qualcuno ha anche messo il naso nel rapporto con mio marito, portandoci a separarci, la mia vita ora è un inferno». Ora Sonia è intenzionata a rivelare i retroscena di questa faccenda già da martedì, quando sarà ascoltata dai magistrati, ma è certo che il polverone si sta alzando e la possibile presenza di pagamenti in nero aggraverebbe ancor più la posizione degli ormai ex dirigenti bianconeri.