L’ex palazzo Telecom destinato ai nomadi?

«Da mesi è in ristrutturazione, ma nessuno vuole dire a quale scopo. Sta di fatto che un edificio, ex sede Telecom, a via Tor Tre Teste, sembra destinato a ospitare decine di famiglie di rom provenienti dagli sgomberi dei campi del Casilino. In municipio e al comune tutti fanno finta di niente, dicono che resterà un palazzo per uffici, ma allora perché stanno montando cucine all’interno dell’edificio? Siamo in campagna elettorale e una notizia del genere potrebbe scatenare l’inferno». È quanto si legge in una nota di Forza Nuova: «Alla luce della grave carenza di alloggi popolari per i romani - continua la nota - nessun alloggio verrà assegnato ai nomadi, almeno fino a quando tutti i romani non avranno una casa dignitosa dove vivere. Da oggi Forza Nuova si mobiliterà per chiarire la destinazione d’uso dell’edificio e per impedire che gli alloggi, eventualmente in assegnazione, vadano a rom che fanno della criminalità il loro stile di vita e che stanno degradando la nostra città».