L’ex premier Sharif abbandona il governo e apre la caccia al voto

Islamabad. La Lega musulmana pachistana-Nawaz (Pml-N) presenterà Saeed uz Zaman Siddiqui come candidato alle elezioni presidenziali del 6 settembre. Lo ha detto l’ex primo ministro pachistano Nawaz Sharif, annunciando che il suo partito lascia la coalizione di maggioranza con il Partito popolare pachistano, per tornare all’opposizione. Siddiqui, ex presidente della Corte suprema, sfiderà il candidato del Ppp, Asif Ali Zardari, vedovo di Benazir Bhutto. Dopo aver costretto il presidente Pervez Musharraf a dimettersi, i due partiti della coalizione si erano scontrati sulla sua successione. Sabato, Zardari ha accettato di candidarsi alla presidenza. Per appoggiarlo, Sharif aveva chiesto che il Ppp accettasse di ridimensionare i poteri del presidente. Voleva anche che fosse fissato un termine per il reintegro dei giudici rimossi da Musharraf, che ha rassegnato lunedì scorso le dimissioni.