L’Fbi si prepara a indagare anche in Svizzera

La morsa della giustizia americana stringe ogni giorno di più l’Ubs, il colosso bancario elvetico, anche se all’apparenza il caso Birkenfeld (dal nome dell’ex gestore patrimoniale) non allarma particolarmente il presidente dell’Associazione dei banchieri privati svizzeri (Abps). Mentre si profila all’orizzonte una trasferta degli investigatori dell’Fbi statunitense a Berna, per Konrad Hummler i sospetti di frode fiscale che coinvolgono l’Ubs non rappresentano un grave pericolo per il segreto bancario. Se le autorità elvetiche dovessero accogliere la richiesta di assistenza giudiziaria degli Stati Uniti, agenti dell’Fbi potrebbero partecipare alle indagini in Svizzera. «Le relazioni con gli Stati Uniti non sono a dire il vero un problema, perché il caso Birkenfeld non dovrebbe rientrare nell’ambito del segreto bancario», ha affermato il presidente dell’Abps, Hummler, in un’intervista.