L’Heineken ci prova ancora con Vasco, Police e Sex Pistols

da Milano

È proprio vero che il rock ti trasforma da dentro. Bastava guardare ieri il sindaco di Venezia Massimo Cacciari alla conferenza stampa dell'Heineken Jammin' Festival: la barba era la stessa, l'estetica da filosofo pure, ma la voce no, quella sembrava uscire da un western di John Ford. Insomma, il lussuoso Westin Palace poteva essere un saloon quando Cacciari ha scandito la battuta: «L'anno scorso, nelle stesse ore del disastro, è nato un patto di ferro tra me, Roberto De Luca e tutti gli organizzatori del festival: tornare laggiù e rifare esattamente ciò che volevamo fare».
E cioè: Parco di San Giuliano (700 ettari di verde con Venezia come sfondo), tre giorni di grande rock e, possibilmente, nessun uragano. La scorsa edizione fu infatti funestata da un vento da a 150 chilometri orari: si salvò una sola data, la prima, nella quale si esibirono gli Iron Maiden. Dopodiché, il diluvio: che spense il rock di Pearl Jam, Aerosmith e Vasco Rossi, destinato a un clamoroso ritorno.
«Quel ritorno ci sarà - promette ora orgoglioso il boss di Milano Concerti e patron dell'Heineken Roberto De Luca -; Vasco sarà protagonista nella seconda data, forte di un nuovo album in uscita il 28 marzo. Pearl Jam e Aerosmith non saranno della partita, non sono in tour e avrebbero dovuto preparare apposta uno show».
Sarà per un'altra volta. Intanto il palcoscenico dell'Heieneken è pronto ad abbracciare - nel weekend del 20, 21 e 22 giugno - artisti di fama internazionale e band di sicuro appeal nazionale. Il 20, protagonisti saranno i redivivi Sex Pistols e i discepoli punk Linkin’ Park (prima di loro, Iggy Pop & The Stooges e Chris Cornell), il 21 sarà la volta di sua maestà Vasco, preceduto da Marlene Kuntz, Mab e altre band di tendenza, e infine il 22 chiusura regale (non solo del festival ma della loro tournée mondiale) con i Police, al ritorno in Italia dopo il passaggio dell'autunno scorso. Sting e soci saranno preceduti dalla canadese Alanis Morissette, dai Counting Crows e dalla rivelazione italiana Baustelle.
Per le giovani band emergenti, l'Heineken ripete la formula del concorso: basta avere una registrazione demo e un repertorio di almeno mezz'ora e ci si può giocare la chance del grande rock, sul palco delle star. La scadenza è il 16 maggio, regolamento al sito Heieneken.it.