Con l’Ici in arrivo oltre 5 miliardi

da Roma

Il fisco chiama i contribuenti alla cassa per l’Ici. Il termine per il saldo dell’imposta comunale sugli immobili scade infatti martedì 20 dicembre. L’imposta vale un gettito di 9,9 miliardi l’anno e il saldo 2005, con il quale si applicano eventuali variazioni di aliquota, vedrà versamenti per più di 5 miliardi. La tassa deve essere pagata dai proprietari di casa o terreni applicando le aliquote deliberate dai comuni per quest’anno.
Intanto, secondo i risultati di una ricerca del Centro Studi Sintesi, nei prossimi anni, l’Ici sarà sempre meno in grado di coprire la crescita continua delle spese correnti locali. Lo studio ha analizzato l’imposta rilevando non solo l’ammontare complessivo del gettito, il suo peso sul totale delle entrate comunali, ma soprattutto la sua dinamica nel tempo, confrontandola con quella registrata dalle spese correnti. Rispetto a una crescita media dell’Ici del 4,6%, le spese correnti locali hanno evidenziato, anche per le nuove funzioni attribuite agli enti locali, un incremento più che doppio nel periodo preso in esame, tra il 2001 e il 2004.