L’idea dell’arancione Alfieri: a Nervi un centro di cardioturismo per i malati di tutta Italia

Un centro di «cardioturismo» a Nervi, che coniughi il clima mite della riviera di levante con le cure. L’idea è di Massimo Alfieri, capogruppo della Lista Biasotti al Municipio Genova Levante, organizzatore e ideatore della fortunata serie di incontri «Medicina per tutti» che hanno richiamato moltissimi cittadini agli incontri con gli specialisti che si sono susseguiti. Stasera si parlerà di cuore, e sarà proprio nell’occasione che Alfieri toccherà il tema del cardioturismo. «Mi sto battendo per la valorizzazione dei parchi di Nervi con il ritorno dei balletti e dei turisti con alcune proposte come la piattaforma tecnologica per creare eventi o la pista ciclabile - spiega Alfieri - Ma ai cardiologi e ai cittadini annuncerò anche un’altra mia idea che è quella di creare un centro di riabilitazione cardiologica a Nervi, per accogliere da tutta Italia persone con problemi di cuore che approfittando del clima mite della nostra cittadina possano trascorrere qualche giorno passeggiando nel parco e ammirando le bellezze della nostra terra».
L’occasione per approfondire il tema è stasera alle 21, nel salone di rappresentanza del palazzo Municipale in piazza Duca degli Abruzzi 6. Interverranno il professor Giancarlo passerone, direttore della Unità Operativa di cardiochirurgia del San Martino, il dottor Raffaele Griffo, direttore dell’Unità Riabilitativa della Asl 3 genovese alla Colletta di Arenzano, e il dottor Guido Gigli, direttore della cardiologia di Sestri Levante, dipartimento cardiologico della Asl 4 Chiavarese. «Il segreto del successo degli incontri è l’approccio semplice e non tecnico al discorso insieme con i medici, con l’utilizzo di termini alla portata di tutti - spiega Alfieri -. I cittadini si sentono liberi di fare domande e hanno sempre come riferimento esperti di grande livello».