«L’idolo dell’ex prefetto è Fini? Si iscriva ad An»

Giannino della Frattina

A Bruno Ferrante piace Gianfranco Fini? Dalle parti di Alleanza nazionale ringraziano e si pongono qualche domanda. Fa più sorridere che discutere l’ex prefetto, oggi candidato del centrosinistra, che a precisa domanda di Enrico Mentana durante la registrazione di Matrix ha detto di stimare molto il presidente di An. Per credere guardare questa sera, alle 22.35 su Italia 1, la puntata in questione. «I complimenti al nostro leader - parte diplomatico Ignazio La Russa, il numero uno dei deputati di An - non possono che far piacere». Poi la stilettata. «L’ho sempre detto - aggiunge - che Ferrante è il mio prefetto preferito. Ma certo non è il mio candidato preferito». Gli chiederete di iscriversi ad An? L’Ignazio sorride e preferisce non affondare.
Meno leggera ci va Cristiana Muscardini, europarlamentare e coordinatrice regionale del partito. «Ferrante ha forse le idee un po’ confuse», attacca alludendo a un passato non proprio di sinistra del candidato sindaco oggi passato dall’altra parte. «Mi sembra un po’ diviso nei suoi pensieri. Certo, se era così forse sarebbe stato meglio non partecipare alla competizione elettorale. Adesso è un po’ tardi, ma magari potrebbe chiedere di iscriversi ad An».
«La confusione in Ferrante regna sovrana», scuote la testa Riccardo De Corato, il vicesindaco che di An oggi è il capolista. «Un gran miscuglio - le sue parole -, non si capisce più niente. Ormai la confusione regna sovrana. Soprattutto nella testa di Ferrante. Prima attacca il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, adesso dice che il suo politico di centrodestra preferito è Gianfranco Fini. Un bel guazzabuglio. Probabilmente non è abituato alle campagne elettorali. Certo non ne aveva mai fatte, il suo lavoro era un altro».