L’Idv mette alla porta Camilleri

L’Italia dei valori scarica lo scrittore Andrea Camilleri (nella foto) e il direttore di Micromega Paolo Flores d’Arcais. Il partito di Tonino ha bocciato la lista unitaria dei «senza partito» che avevano proposto a Di Pietro di presentarsi per le Europee sotto un simbolo ricalcato sul tipo dell’Idv, ma con qualche differenza, per consentire ai candidati auto-organizzati della società civile di presentarsi al parlamento europeo. «Un’ipotesi che ritenevamo cruciale per raccogliere i consensi di tanti democratici non più disponibili a votare per un Pd subalterno» hanno detto Camilleri e Flores d’Arcais. L’Idv, invece, pur ammettendo l’utilità del progetto ha pronunciato il suo niet: strada non praticabile, si genera confusione nell’elettorato chiamato a votare anche per le amministrative.